Pacchetto mobilità

PRIMO PASSO AL PARLAMENTO EUROPEO

Pubblicata il 04/04/2019
  • Invia articolo per mail
  • Condividi
  • Lascia commento


Il Parlamento europeo ha approvato il testo del cosiddetto pacchetto mobilità che detta regole più severe nel campo dei trasporti su strada. In particolare, il documento stabilisce norme più chiare sulla retribuzione dei conducenti e sui tempi di riposo, impone il limite di tre giorni per le operazioni di cabotaggio e assicura meno controlli, ma più incisivi. Tra gli obiettivi anche la regolamentazione delle concorrenza da parte degli autotrasportatori che utilizzano le società letterbox. Vediamo più nel dettaglio le nuove regole.

Limite di permanenza e registrazione. Per individuare chi viola le regole, il Parlamento intende sostituire la restrizione esistente al numero di operazioni di cabotaggio (ossia le operazioni di trasporto all’interno di un Paese dell'Ue in seguito a una consegna transfrontaliera), con un limite di tempo di 3 giorni e introdurre la registrazione delle frontiere attraverso i tachigrafi dei veicoli. Sarebbe previsto anche un periodo di riposo di 60 ore da trascorrere nel Paese d'origine prima di effettuare un altro cabotaggio. Per combattere l'uso illecito delle società fittizie, le imprese di autotrasporto devono dimostrare di svolgere attività sostanziali nello stato membro in cui sono registrate. Inoltre, in questi casi gli operatori devono essere inquadrati sulla base dei contratti previsti nell’Unione europea.

Regole chiare e meno burocrazia. La normativa Ue fornirà un quadro giuridico più preciso sul distacco dei conducenti e limiterà la burocrazia causata da approcci nazionali differenti, garantendo al tempo stesso un’equa remunerazione ai conducenti. I deputati chiedono inoltre che le tecnologie digitali siano utilizzate per semplificare la vita dei driver e invita le autorità nazionali a concentrarsi sulle società con scarsi dati di conformità, riducendo i controlli casuali sugli operatori più rispettosi.

Tempi di riposo e condizioni di lavoro. Il Parlamento ha anche proposto modifiche per aiutare a garantire condizioni di riposo migliori per i conducenti. Le aziende dovranno organizzare i loro orari in modo che i conducenti possano tornare a casa a intervalli regolari (almeno ogni 4 settimane). Inoltre, il riposo obbligatorio alla fine della settimana non dovrebbe essere trascorso nella cabina del camion.







Nessun Commento



Le ultime notizie




shoped

Digital Edition

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli tuttoTrasporti Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli Quattroruote Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli Dueruote Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli Ruoteclassiche Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli TopGear Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli X Off Road Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.






Listini del nuovo

Veicoli commerciali leggeri


Veicoli industriali

Bacheca


Tuttotrasporti in edicola
Sul numero di APRILE:

-          Cinquant'anni di V8 Scania, coi nostri test 

-          Prova Mercedes: lo Sprinter che tira davanti

-          Transpotec: tutto quello che c'era a Verona

-          Progetto 18, è ora di regolarizzarlo

-          Tachigrafo digitale, istruzioni per l'uso

-          Leggeri alla ri...scossa

-          Emissioni, masse e sicurezza: quale futuro? 

-          Il Salone di Ginevra per il nostro mondo

-          Alta velocità "ridotta": non conviene

-          Autobus: le novità dei big del settore

-          Costi d’esercizio dei veicoli commerciali

-          Listini del nuovo

-          Le quotazioni dell'usato

Disponibile su tutti i dispositivi

Sfoglia l'ultimo numero
Abbonati on line

| Domus | Dueruote | Il Cucchiaio d'Argento | Meridiani Montagne | Quattroruote | Ruoteclassiche | Editoriale Domus
| Accademia ED | Pista ASC | Quattroruote Professional | Pubblicità | ShopED |

Editoriale Domus SpA Via G. Mazzocchi, 1/3 20089 Rozzano (Mi) - Codice fiscale, partita IVA e iscrizione al Registro delle Imprese di Milano n. 07835550158
R.E.A. di Milano n. 1186124 - Capitale sociale versato € 5.000.000,00 - Tutti i diritti riservati - All rights reserved - Informativa Privacy - Informativa Cookie completa - Lic. SIAE n. 787/I/07-908