Nikola

FUSIONE CON VECTOIQ PER LO SBARCO A WALL STREET

Pubblicata il 04/03/2020
  • Invia articolo per mail
  • Condividi
  • Lascia commento


A sei mesi di distanza dalla partnership con CNH Industrial, che darà vita al Nikola Tre, pesante elettrico a cui seguirà una variante a idrogeno e progettato sulla stessa piattaforma dell'Iveco S-Way, la startup americana Nikola spiazza tutti con una mossa a sorpresa. La società con sede in Arizona ha infatti annunciato un'insolita fusione con la VectoIQ, azienda specializzata in acquisizioni e quotata al Nasdaq.

Nuova identità. L'operazione che sarà operativa a partire dal terzo trimestre dell'anno ha valore stimato di circa 3,3 miliardi di dollari (3 miliardi di euro): consentirà alla startup di entrare nel mercato azionario e si concretizzerà con la creazione di "un'azienda focalizzata sullo sviluppo del trasporto intelligente di prossima generazione", che sarà battezzata Nikola Corporation, come ha specificato la stessa Nikola in un comunicato stampa.

Lo sbarco negli Usa. L'obiettivo finale è raccogliere fondi per accelerare la costruzione di uno stabilimento a Coolidge, in Arizona, che le permetta di lanciare sul mercato americano il Nikola Tre, ma anche il pick-up a fuel cell Badger che sarà svelato ufficialmente a settembre e che sfida apertamente il Tesla Cybertruck, anche se con un design decisamente meno avveniristico. Per realizzare questi progetti le servono ovviamente ingenti fondi, così anche per creare una propria rete di stazioni d'idrogeno e di colonnine di ricarica per alimentare i propri veicoli a fuel cell e a batteria. 

Scelta più rapida. La quotazione di azioni tramite VectoIQ può consentire alla Nikola di reperire capitali in breve tempo e farlo tramite una società che è già quotata al Nasdaq è probabilmente più economico rispetto a una Ipo convenzionale. Potrebbe essere una mossa in qualche modo concordata o comunque benedetta da CHN industrial, che in un proprio comunicato ha avuto parole d'elogio. "Quella di oggi è una notizia entusiasmante e rappresenta un altro passo verso la realizzazione del nostro progetto comune di fornire mezzi pesanti e infrastrutture a emissioni zero attraverso un modello di business unico", ha affermato l'amministratore delegato Hubertus Mühlhäuser. CNH Industrial, ha acquisito una partecipazione di 250 milioni di dollari nella startup che ha affermato di aver già ricevuto 14.000 prenotazioni per il camion Nikola Tre (che sarà assemblato nello stabilimento Iveco a Ulm, in Germania), per un valore di 10 miliardi di dollari, che le assicurerebbero due anni e mezzo di produzione.

Roberto Barone







Nessun Commento



Le ultime notizie






shoped

Digital Edition

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli tuttoTrasporti Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli Quattroruote Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli Dueruote Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli Ruoteclassiche Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli TopGear Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli X Off Road Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.






Listini del nuovo

Veicoli commerciali leggeri


Veicoli industriali

Bacheca


Tuttotrasporti in edicola
Sul numero di LUGLIO-AGOSTO:

- Iveco: come lavora il laboratorio dell'efficienza 
- In prova il Ford Transit EcoBlue Hybrid
- Acea, le emissioni medie di CO2 dei camion
- MAN TGX, T ed FH si buttano nella mischia
- Il 6 cilindri Scania adesso è un vero Grifone
- Come va il DAF CF 8x4 allestito e pronto all'uso
- Sicurezza stradale: la certificazione Iso 39001
- Troppo elevata l'età media di rimorchi e semirimorchi
- Ford e Volkswagen, tre modelli insieme
- Il ritorno del Maxus
- Malpensa Cargo, opportunità e incognite 
- Indagine nel Lodigiano: i ritmi impossibili degli autisti

Disponibile su tutti i dispositivi

Sfoglia l'ultimo numero
Abbonati on line

| Domus | Dueruote | Il Cucchiaio d'Argento | Meridiani Montagne | Quattroruote | Ruoteclassiche | Editoriale Domus
| Accademia ED | Pista ASC | Quattroruote Professional | Pubblicità | ShopED |

Editoriale Domus SpA Via G. Mazzocchi, 1/3 20089 Rozzano (Mi) - Codice fiscale, partita IVA e iscrizione al Registro delle Imprese di Milano n. 07835550158
R.E.A. di Milano n. 1186124 - Capitale sociale versato € 5.000.000,00 - Tutti i diritti riservati - All rights reserved - Informativa Privacy - Informativa Cookie completa - Lic. SIAE n. 787/I/07-908