ATTUALITÀ

Rilancio dell’autotrasporto:
le richieste di Anfia, Federauto e Unrae

Pubblicata il 08/07/2021
  • Invia articolo per mail
  • Condividi
  • Lascia commento


Un mercato in contrazione, un’industria compressa fra le difficoltà contingenti e le scadenze fissate dall’Unione europea per la riduzione delle emissioni dei veicoli industriali e, soprattutto, una serie di ostacoli al rilancio della filiera. Sono le preoccupazioni che Anfia (Associazione nazionale filiera automobilistica), Federauto (Federazione italiana concessionari auto) e Unrae (Unione nazionale rappresentanti veicoli esteri) hanno condiviso con le autorità e la stampa nel corso di una conferenza di ieri a Milano.

Niente di nuovo. Temi noti agli addetti ai lavori, che i tre relatori – Luca Sra, delegato Anfia per il trasporto merci – Gianandrea Ferrajoli – coordinatore Federauto Truck – e Paolo Starace – Presidente sezione veicoli industriali Unrae - non si sono limitati a descrivere, ma per i quali hanno indicato una serie di soluzioni. Dall’applicazione progressiva di tutte le tecnologie di propulsione, all’allargamento dell’esperienza degli autoarticolati lunghi alla concessione regolata delle revisioni dei veicoli industriali da parte delle officine private, il recupero del settore passa, secondo Anfia, Federauto e Unrae, attraverso interventi che chiamano in causa le istituzioni.

Misure urgenti. Il sistema di rimborso dei pedaggi e delle accise, secondo le tre sigle, va rimodulato in modo da premiare maggiormente le aziende che operano veicoli con minori emissioni. È inoltre necessario accelerare la costruzione di una rete di distributori di carburanti puliti e stazioni di ricarica dedicate ai veicoli industriali. Va velocizzato il rinnovo del parco per favorire la diffusione di mezzi più rispettosi dell’ambiente e dotati dei più avanzati sistemi di sicurezza, e parallelamente vanno attivati dopo l’estate gli incentivi all’autotrasporto 2021-2022 e rifinanziato l’Ecobonus per i veicoli commerciali fino a dicembre 2021. Quanto ai mezzi trainati, non può attendere la rottamazione di rimorchi e semirimorchi di tutte le categorie. Infine, sotto l’aspetto fiscale, la proposta delle tre organizzazioni è di prorogare e incrementare la percentuale di credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali materiali, di rendere operativo il sistema dei certificati bianchi per il rinnovo delle flotte e di rimodulare anche il costo del bollo dei veicoli industriali sulla base delle emissioni.

Redazione online











Le ultime notizie






shoped

Digital Edition

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli tuttoTrasporti Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli Quattroruote Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli Dueruote Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli Ruoteclassiche Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli TopGear Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli X Off Road Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.






Listini del nuovo

Veicoli commerciali leggeri


Veicoli industriali

Bacheca


Tuttotrasporti in edicola
Sul numero di Luglio-agosto:

- Test Iveco S-Way col nuovo 490 CV
- Scania 770 S: come va il camion di serie più potente
- Piaggio Porter NP6 è cambiato tutto. Ecco i risultati
- Daf XF, XG e XG+ arrivano per primi alle maxi-cabine
- Elettrici: Volta Truck fa una puntata in Italia
- Renault Trucks vende il primo D-Wide ZE
- MAN TGS 8x4, pronto per le grandi opere
- Usato, un'app per trovare le occasioni
- Allestimenti, Chereau rifà i suoi semirimorchi
- Maxus I van cinesi nell'ecosistema elettrico di Koelliker
- Il VW Multivan T7 dà l'addio alle merci
- Prova sprint Toyota Proace Electric
- Per Genova e i container soluzioni temporanee
- Infrastrutture, cosa serve al Nord

Disponibile su tutti i dispositivi

Sfoglia l'ultimo numero
Abbonati on line

| Domus | Dueruote | Il Cucchiaio d'Argento | Meridiani Montagne | Quattroruote | Ruoteclassiche | Editoriale Domus
| Accademia ED | Pista ASC | Quattroruote Professional | Pubblicità | ShopED |

Editoriale Domus SpA Via G. Mazzocchi, 1/3 20089 Rozzano (Mi) - Codice fiscale, partita IVA e iscrizione al Registro delle Imprese di Milano n. 07835550158
R.E.A. di Milano n. 1186124 - Capitale sociale versato € 5.000.000,00 - Termini e Condizioni d'uso - Informativa Privacy - Informativa Cookie completa - Privacy - Lic. SIAE n. 787/I/07-908

//-->