ANTEPRIMA

Nuovo Mercedes Citan:
piccolo, ma grande

Pubblicata il 25/08/2021
  • Invia articolo per mail
  • Condividi
  • Lascia commento


Tutto come previsto. A lungo atteso, il van compatto della Stella fa il suo debutto sul mercato, completando la gamma dei commerciali del brand tedesco. La Mercedes-Benz ha infatti svelato la nuova generazione del Citan, modello nato da una piattaforma condivisa con il cugino Renault Kangoo, che l'ha preceduto a listino. Le informazioni ufficiali collimano in larga parte con quanto avevamo anticipato nel numero di giugno di tuttoTrasporti, seppur basandoci sul concept EQT, sottolineando differenze e somiglianze con il modello francese. La flessibilità rimane un must. Si cambia, dunque, ma nel solco della tradizione. Esteticamente il Citan riprende la cifra stilistica dei fratelli maggiori Sprinter e Vito, con una linea di cintura più muscolosa, forme nette e un cofano maggiormente spiovente (nel Kangoo è invece piatto e avvolgente) che domina un nuovo frontale e gruppi ottici ridisegnati. Nella parte posteriore, invece, i due modelli sono grosso modo assimilabili. "Il nuovo Citan non rappresenta un’evoluzione del predecessore", ha sottolineato Andrea Verdolotti, direttore marketing di Mercedes-Benz Vans Italia, "ma identifica un radicale cambiamento rispetto al passato. Ogni modello e ogni allestimento  è pensato per gruppi specifici di target e ci aspettiamo che questa nuova generazione sia in grado di soddisfare tutte le esigenze professionali dei nostri Clienti in ambito urbano".

Crescono lunghezza e vano di carico. Il Citan sarà disponibile inizialmente nella declinazione furgone, per le merci, e Tourer per il trasporto passeggeri; successivamente saranno introdotte le versioni a passo lungo e Mixto per il trasporto abbinato di persone e carichi, quest'ultima con griglia riposizionabile in configurazione 2/5 posti ulteriormente migliorata. Non verrà riproposta quella ultracorta (denominata Kompact), seguendo la strada già intrapresa dal Kangoo. Sin dalla carrozzeria standard, comunque, le dimensioni crescono di circa 18 cm in lunghezza, arrivando a toccare i 4.498 mm (12 in più del francese), contro i precedenti 4.321, con una larghezza di 1.859 a fronte dei 1.919 del cugino; una differenza sostanziale dovuta apparentemente al diverso andamento dei passaruota e della carrozzeria nell'anteriore. Per completare l'identikit, l'altezza, infine, è di 1.832 mm, mentre il passo di 2.716 è rimasto pressoché invariato rispetto alla generazione precedente (2.697). In base a quanto dichiarato dalla Stella, cresce anche il volume del vano di carico: 2,9 m3 calcolati secondo lo standard Vda (che arrivano a 3,05 m3 sfruttando lo spazio del sedile del passeggero con divisorio flessibile). Dati che potremo verificare, insieme a tutti gli altri, quando effettueremo la nostra prova su strada. 

Ampie porte scorrevoli. La soglia di accesso è a 59 cm da terra e le porte scorrevoli, disponibili su entrambi i lati (di serie sul Tourer, a richiesta sul Furgone, che può averne una o nessuna), vantano una sezione di apertura larga 615 mm (che nella versione a passo lungo arriveranno a 83 cm) e alta 1.059. Non viene mutuata dal Kangoo, invece, la soluzione (battezzata Open Sesame dalla Renault) di un unico varco sulla fiancata destra formato dall'unione fra la porta anteriore a battente e l'elemento scorrevole di accesso al vano di carico, senza montante. E non viene adottato neppure l'Easy inside rack (denominazione sempre made in France), una mensola interna retrattile che permette di trasportare oggetti lunghi in maniera sospesa, lasciando libero il piano sottostante. Entrambi questi sistemi, in base a un sondaggio della Stella, non hanno suscitato particolare interesse nella propria clientela. Anche la struttura dei sedili è differente nel Citan, così come la regolazione dell'assetto, un po' più rigido (come già accadeva sulla serie precedente). Il van tedesco, poi, ha portate nella media della categoria, con un massimo di quasi 800 kg, e un peso rimorchiabile fino a 1,5 tonnellate. 

Abitacolo, Mbux e Mercedes me connect. Negli interni la novità più evidente è racchiusa nella plancia, che non riprende uno schema condiviso (caso più unico che raro), ma al contrario rappresenta un elemento di rottura rispetto al Kangoo. Le linee pulite e lineari si ispirano alla forma di un'ala, protesa verso l'abitacolo, e al suo interno integrano lo schermo touch da 7" dell'infotainment con il noto sistema multimediale Mbux, abbinato di serie a Mercedes me connect. Oltre all'assistente "Hey Mercedes", presente su tutte le vetture e sui commerciali del marchio, garantisce servizi da remoto, fra i quali l'interrogazione a distanza per verificare lo stato e i principali dati relativi al proprio veicolo. Inoltre, grazie alla navigazione con Live Traffic Information e alla comunicazione Car-to-X, il cliente utilizza dati sul traffico aggiornati in tempo reale. In questo modo è possibile aggirare le code risparmiando tempo e denaro.

Prima benzina e diesel, poi l'elettrico. Per quanto riguarda i motori, al momento del lancio è disponibile un quattro cilindri diesel declinato in tre varianti (75, 95 e 116 CV, con una coppia rispettivamente di 230, 260 e 270 Nm) per il furgonato e una, quella intermedia da 95 CV, per il Tourer. Il diesel più performante, da 85 kW offre anche una funzione Overpower/Overtorque che permette di ottenere un temporaneo picco di potenza (fino a 89 kW, con un incremento della coppia che può raggiungere i 295 Nm), utile per esempio nelle fasi di sorpasso. Per entrambe le versioni, merci e passeggeri, viene poi proposto anche un 1.4 a benzina da 102 o 131 CV (coppia massima rispettivamente di 200 e 240 Nm). Tutti i motori possono essere abbinati a un cambio manuale a sei rapporti o a un automatico a doppia frizione a sette rapporti. A metà dell'anno prossimo, poi, si aggiungerà l'immancabile variante elettrica, l'eCitan, che porterà in dote un'autonomia accreditata di circa 285 km (secondo il ciclo di omologazione Wltp) grazie a un'unità da 75 kW e 245 Nm di coppia massima. La velocità massima (autolimitata) è di 130 km/h e i tempi di ricarica della batteria, secondo le promesse, molto contenuti: presso le stazioni di ricarica rapida è possibile recuperare fino all'80% dell'energia in circa 40 minuti. Tutto questo senza rinunciare allo spazio a bordo: la portata di 580 kg coincide con quella dei modelli standard a combustione interna (non sarà disponibile, invece, la variante a portata maggiorata come nei fratelli a benzina e gasolio).

Prezzo di listino da 20.000 euro. Tornando alle versioni termiche, il nuovo Citan sarà disponibile in due allestimenti: l'entry level Base e il più accessoriato Pro, in entrambi i casi con una buona dotazione di sistemi di funzionalità, sicurezza e assistenza alla guida di serie. Oltre a sei airbag (sette nel Tourer), sono equipaggiati con ausilio nelle partenze in salita, stabilizzazione in presenza di vento laterale, monitoraggio della stanchezza del guidatore e chiamata d'emergenza a cui si aggiungono per il Tourer frenata d'emergenza con riconoscimento pedoni e ciclisti, antisbandamento attivo, Blind spot assist (monitoraggio dell'angolo cieco) e il rilevamento automatico del limite di velocità con riconoscimento dei segnali stradali. Molti altri, ovviamente, se ne possono poi aggiungere in opzione, tra cui per esempio il cruise control adattivo e il mantenimento della corsia di marcia.

Nelle concessionarie a novembre. Come accennato, inizialmente il Mercedes Citan, sia nella declinazione Furgone sia Tourer, sarà disponibile nel solo passo Long, solo in una fase successiva anche nelle varianti Extralong e Mixto. La Mercedes al momento ha comunicato il prezzo di listino indicativo per il mercato tedesco, a partire da circa 20.000 euro (esclusa Iva), anche se quello italiano dovrebbe essere allineato, in base a quanto ha assicurato la Stella a tuttoTrasporti. La raccolta degli ordini partirà dalla metà di settembre, mentre i primi esemplari arriveranno nelle concessionarie nel mese di novembre.

Roberto Barone

Mercedes-Benz Citan (2021)












Le ultime notizie






shoped

Digital Edition

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli tuttoTrasporti Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli Quattroruote Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli Dueruote Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli Ruoteclassiche Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli TopGear Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.

Per te l’edizione digitale
è su tutti i dispositivi!

Scegli X Off Road Digital Edition e sfoglia la tua rivista preferita dove e quando vuoi sul tuo computer, tablet e smartphone.






Listini del nuovo

Veicoli commerciali leggeri


Veicoli industriali

Bacheca


Tuttotrasporti in edicola
Sul numero di Ottobre:

- Test Scania R 590, tutta la grinta del V8
- In prova Fiat Ducato Multijet 3 140
- Primo contatto con l'FH e l'FMX trimotori elettrici
- Su strada con i nuovi DAF XF, XG e XG+
- Abbiamo guidato il Renault T480
- Nikola Tre, inizia la produzione dell'S-Way a corrente
- I porti poli energetici e tecnologici anche per i camion
- Progetto Diciotto, via libera agli autoarticolati lunghi
- Mercedes Sprinter, nuovo motore, cambio e 4x4
- Attualità. Pedaggi, i rimborsi non sono così facili
- Carenza autisti: situazione e soluzioni nei vari Paesi
- Magazzini più piccoli, tecnologici e vicini alle città
- Trasporto fluviale: Po, quante opportunità inespresse
- Dirigibili, il ritorno fra lusso e trasporti speciali
- Coach Euro Test: In prova i quattro GT candidati 
- Urbani elettrici: autonomia e nuove commesse

Disponibile su tutti i dispositivi

Sfoglia l'ultimo numero
Abbonati on line

| Domus | Dueruote | Il Cucchiaio d'Argento | Meridiani Montagne | Quattroruote | Ruoteclassiche | Editoriale Domus
| Accademia ED | Pista ASC | Quattroruote Professional | Pubblicità | ShopED |

Editoriale Domus SpA Via G. Mazzocchi, 1/3 20089 Rozzano (Mi) - Codice fiscale, partita IVA e iscrizione al Registro delle Imprese di Milano n. 07835550158
R.E.A. di Milano n. 1186124 - Capitale sociale versato € 5.000.000,00 - Tutti i Diritti Riservati - Informativa Privacy - Informativa Cookie completa - Privacy - Lic. SIAE n. 787/I/07-908

//-->