Cerca

Seguici su

Attualità

A24 e A25, ok del Consiglio di Stato alla revoca della concessione

Pubblicato il 02/08/2022 in Attualità
A24 e A25, ok del Consiglio di Stato alla revoca della concessione
Chiudi

Annullata la sentenza del Tar del Lazio, che aveva sospeso la decisione del governo, motivata da gravi inadempienze. Ora la gestione potrebbe tornare all'Anas

Il Consiglio di Stato ha messo la parole fine - almeno per ora - alla "telenovela" che nell'ultimo mese ha avuto per protagoniste le autostrade abruzzesi e laziali. Il supremo organo di giustizia amministrativa ha, infatti, ribaltato la sentenza del Tar del Lazio che aveva sospeso la revoca della concessione della A24 Roma-Teramo e A25 (che la collega con l'A14 nei pressi di Pescara), in scadenza nel 2030, alla Società dei Parchi (Gruppo Toto). 

Provvedimento storico. La decisione è stata assunta dal Consiglio dei Ministri il 7 luglio scorso con un apposito decreto legge firmato dai ministri Daniele Franco (Economia) ed Enrico Giovannini (Infrastrutture e mobilità sostenibili). Un "provvedimento storico", l'ha definito il titolare del dicastero delle Politiche Agricole, Stefano Patuanelli, che ha aggiunto: "Finalmente si riequilibra il potere tra i concessionari e lo Stato". 

Appuntamento a settembre. Le due tratte autostradali Roma-L'Aquila-Teramo e Torano-Pescara, dunque, dovrebbero tornare all'Anas "per grave inadempimento del concessionario", si legge nel provvedimento di revoca. Il condizionale, tuttavia, è d'obbligo poiché il 7 settembre si svolgerà una discussione sul merito del ricorso presentato dai legali del gruppo Toto, durante la quale si deciderà se sottoporre il decreto legge al giudizio della Corte costituzionale, come richiesto dalla società concessionaria.  

Redazione online

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.