Cerca

Seguici su

Industria

Autotrasporto A CIVITAVECCHIA E' ANCORA FERMO

Pubblicato il 12/07/2012 in Industria

Sono ancora bloccati al porto di Civitavecchia (RM) gli oltre 60 bisarchisti (operatori del trasport

Sono ancora bloccati al porto di Civitavecchia (RM) gli oltre 60 bisarchisti (operatori del trasporto vetture) che dal 10 dicembre non hanno più mosso i loro veicoli avendo giudicato solo chiacchiere le proposte del governo. Mezzi impegni presi invece per buoni dalle sigle sindacali che hanno accettato di sospendere il fermo nazionale dell'autotrasporto al suo terzo giorno. "Siamo i pupazzi della Confindustria", dice esasperato un bisarchista napoletano, in sosta forzata sulle banchine dello scalo laziale dove da anni si concentrano le auto importate via mare, che aveva quattro camion e tre austisti dipendenti fino al 2006, mentre ora è soltanto un padroncino monoveicolare. Sorte peggiore per l'amico che ha al fianco, che ora di bisarche ne ha due, ma ne aveva otto fino a un paio d'anni fa. "Belle parole quelle scritte nel documento governativo ? aggiunge il bisarchista ? ma se non hanno rispettato il protocollo di febbraio, come possiamo credere che a quelle che sono soltanto delle proposte seguiranno fatti concreti?". I camionisti napoletani si considerano dunque marionette dell'industria committente e sostengono di non aver ricevuto alcun vantaggio dalla politica nazionale sul trasporto merci al contrario delle grandi aziende di autotrasporto e logistica al servizio dei costruttori, che hanno continuato ad ampliare i propri piazzali e parchi veicoli mentre loro finivano in ginocchio.

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.