Cerca

Seguici su

Industria

Autostrade del mare GENOVA, T-LINK ATTACCA L'AUTHORITY

Pubblicato il 12/07/2012 in Industria

Autostrade del mare, T-Link contro l'Autorità portuale di Genova. La compagnia di navigazione, attiv

Autostrade del mare, T-Link contro l'Autorità portuale di Genova. La compagnia di navigazione, attiva sulla linea Genova Voltri-Termini Imerese, accusa l'Authority di "impedire di fatto il collegamento con l'emissione del decreto dello scorso 29 settembre. Tale decretoè in netta contraddizione e contrasto rispetto a quanto deliberato il 18 giugno scorso dal Comitato Portuale, e cioè dall'organo deliberativo collegiale dell'Autorità Portuale". Secondo la società, infatti, "imponendo limitazioni del tutto ingiustificate, irrazionali ed immotivate, il decreto impedisce in sostanza alle compagnie di navigazione che operano al di fuori delle stazioni marittime di gestire alcun tipo di traffico passeggeri anche non prevalente rispetto alle merci. Così facendo, il decreto impedisce a T-Link, e a qualsiasi nuovo operatore che intende aprire una nuova linea, di svolgere un servizio di Autostrade del mare nel porto di Genova".

Nel mirino, in particolare, il limite massimo di 120 passeggeri, inclusi gli autisti dei camion, per ogni operazione di sbarco e imbarco dalla nave operata nell'ambito delle Autostrade del mare in aree adibite al traffico delle merci.

"Vista l'evoluzione delle navi-traghetto, il traffico passeggeri anche se non prevalente rispetto alle merci è infatti una componente essenziale delle Autostrade del mare". L'Autorità portuale "impedirebbe così a T-Link, una delle rare compagnie di navigazione che sta incrementando il traffico, di continuare a gestire le proprie Autostrade del mare".

Il provvedimento "appare ancora più grave se si si considera che Stazioni marittime è di fatto controllata da Gnv e cioè il concorrente diretto di T-Link sulla linea Genova-Palermo che evidentemente si avvantaggia enormemente dalle restrizioni imposte col decreto dell'Autorità portuale. In questo modo, Gnv ritorna ad essere il monopolista del trasporto passeggeri da e per la Sicilia. Ciò determina gravissime distorsioni della concorrenza, tanto più in una situazione in cui in data 6 agosto 2009 l'Autorità garante della concorrenza e del mercato ha avviato l'istruttoria nei confronti di Gnv, su segnalazione di T-Link per presunto abuso di posizione dominante ipotizzando comportamenti predatori di vario genere, tra cui l'applicazione di prezzi tali da far uscire T-Link dal mercato".

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.