Cerca

Seguici su

Industria

Interporti ACCORDO NOLA-PORTO DI NAPOLI

Pubblicato il 12/07/2012 in Industria

Partirà domani dall'interporto di Nola, diretto a Milano, il primo convoglio merci che rientra nel n

Partirà domani dall'interporto di Nola, diretto a Milano, il primo convoglio merci che rientra nel nuovo progetto logistico Naples. Si tratta del risultato di un accordo firmato da Regione Campania, Autorità portuale di Napoli e Interporto campano che consentirà di integrare maggiormente i flussi di merci tra porto e interporto.

"Finalmente Interporto campano diventa il centro di un sistema logistico a 360 gradi porto-interporto-ferrovie che non teme confronti in Italia", dice Giovanni Punzo, presidente di Interporto. "Nell'ultimo anno abbiamo deciso di fare il salto di qualità e creare la nostra impresa ferroviaria, Inteporto servizi cargo, che è oggi un operatore intermodale ma anche un'impresa ferroviaria autorizzata e certificata". Attualmente sono operative quattro tratte nazionali che collegano Nola al porto di Napoli, a Bologna, Verona e Milano. Nei prossimi tre anni Interporto servizi cargo coprirà 17 tratte nazionali su base giornaliera, saranno movimentati 7.700 treni l'anno con 5 milioni di km di percorrenza, e si avrà l'assunzione di 216 persone. "Mi fa piacere - aggiunge Punzo - che il servizio appena partito sarà realizzato in collaborazione con l'Interporto di Bologna e con Cemat, azienda del gruppo Fs".

I collegamenti porto-interporto saranno importanti soprattutto per la movimentazione di container, visto che Napoli è il terminal principale in Italia dell'armatore cinese Cosco: l'accordo pone fine alle durissime polemiche che nei mesi scorsi avevano coinvolto Conateco, società del gruppo Cosco che gestisce il terminal portuale napoletano, e lo stesso Punzo, per la decisione del terminalista portuale di rivolgersi all'interporto di Marcianise anziché a quello di Nola.

Presentato anche il nuovo servizio di shuttle ferroviario con cadenza giornaliera tra Napoli porto e l'interporto campano. "In questa iniziativa la regione investe 3,1 milioni di euro di fondi propri - dice l'assessore regionale ai Trasporti, Ennio Cascetta - di cui 1,8 milioni per finanziare in tre anni lo start up dell'iniziativa e 1,3 milioni per l'avvio del servizio di shuttle. La cura del ferro prosegue anche per le merci e la capacità di movimentare contenitori aumenterà del 30-40%".

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.