Cerca

Seguici su

Industria

Sicurezza LA SCURE DELL'ANTITRUST SUI COSTI MINIMI

Pubblicato il 12/07/2012 in Industria
LA SCURE DELL'ANTITRUST SUI COSTI MINIMI
LA SCURE DELL'ANTITRUST SUI COSTI MINIMI

Una presa di posizione che rischia di mettere in seria discussione l'intero impianto dei costi minim

Una presa di posizione che rischia di mettere in seria discussione l'intero impianto dei costi minimi di sicurezza per l'autotrasporto. È questo il senso della segnalazione inviata dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato a Camera, Senato, Presidenza del Consiglio e ministero dei Trasporti.
L'Antitrust esprime parere negativo sulla modifica dell'articolo 83bis della legge 112/2008, che sottopone gli accordi volontari dell'autotrasporto alla Consulta, con successiva ratifica con decreto ministeriale.
L'Antitrust afferma che il non elimina il rischio che l'individuazione di costi minimi d'esercizio di traduca, di fatto, nella fissazione di tariffe minime. Al contrario, l'approvazione dei costi minimi negli accordi volontari con decreto ministeriale appare suscettibile di avallare la loro piena liceità, pur in presenza di eventuali violazioni della normativa antitrust, nella misura in cui l'individuazione di costi minimi si traduce in una determinazione di tariffe minime.
Questo non è coerente con i commi 8 e 9 dell'articolo 3 della Legge 148/2011, che prevedono l'abrogazione delle norme suscettibili di creare restrizioni anticoncorrenziali all'accesso e all'esercizio di attività economiche quali, espressamente, l'imposizione di prezzi minimi che rappresentano l'inevitabile conclusione del processo d'individuazione dei costi minimi d'esercizio da parte d'associazioni di categoria.

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.