Cerca

Seguici su

Industria

Camper TAGLIE FORTI PER LE CASE MOBILI

Pubblicato il 16/10/2012 in Industria
TAGLIE FORTI PER LE CASE MOBILI
Chiudi

120mila visitatori per la fiera e 202mila per le sue pagine web, 600 veicoli esposti su oltre 150mila metri quadri.

120mila visitatori per la fiera e 202mila per le sue pagine web, 600 veicoli esposti su oltre 150 mila metri quadri: il Salone del camper (Parma, 8-16 settembre) non conosce crisi. Il mercato tiene bene, e le imprese italiane hanno ulteriormente aumentato le quote dell’export. 2400 famiglie hanno approfittato del Rental pack, offerta per un weekend di noleggio a 99 euro, che permette di provare il camper per la prima volta (accade nel 56% dei casi) o di valutare un nuovo modello prima dell’acquisto. Ancora un paio di numeri per capire il mercato: ogni cento “veicoli ricreazionali”, come li chiama la burocrazia, 32 sono motorhome allestiti su telai nudi o scudati, 17 camper (nati dai furgoni) e 51 sono autocaravan, realizzati su telai cabinati e a loro volta divisi in mansardati (16) e profilati (35). A Parma si va a vedere ma anche per comprare: i costruttori si davano battaglia a colpi di pacchetti di offerte, supportati anche dalle Case che quest’anno puntavano su estetica (colori cabina, combinazioni interne) e dotazioni di bordo (climatizzatori, satellitari e quant’altro). La “casa” sulle spalle offriva invece nuove sistemazioni: è soprattutto la coda del veicolo a cambiare a seconda delle esigenze, con letti matrimoniali o doppi a castello che si spostano per lasciare spazio a scooter e bici nel sottostante garage. Il leader tra le basi è ancora il Ducato, che anzi rafforza la sua quota di mercato. A debita distanza, il suo clone Citroën Jumper e poi Renault Master, Mercedes Sprinter e Iveco Daily raccolgono buoni consensi. In fiera anche le caravan e qualche modello molto personalizzato su basi di camion fuoristrada e medi: Mercedes Unimog e Atego per i veicoli da avventura, mentre i lussuosi motorhome (tanto per dare un’idea, si considerano “economici” quelli fino a 75mila euro..) hanno come base preferita l’Iveco Eurocargo, ma c’è spazio anche per l’Atego e il MAN TGL. Alla seconda edizione del Salone del camper Award, che ha eletto i 13 migliori veicoli (suddivisi in cinque categorie) si è affiancato un premio per giovani designer, che hanno immaginato componenti e veicoli tenendo presenti esigenze anche molto diverse, da quelle della terza età a quelle dei bambini o degli animali da compagnia. Sono nati veicoli di domani, ma non troppo: molti progetti nascevano sulla base di veicoli reali e potrebbero entrare in produzione già oggi.

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.