Cerca

Seguici su

Industria

Lavori pesanti CENTO TON ALLA VOLTA PER PERLINI E ALLISON

Pubblicato il 06/11/2012 in Industria
CENTO TON ALLA VOLTA PER PERLINI E ALLISON
Chiudi

Ci sono settori dove le trasmissioni automatiche americane non hanno rivali. I dumper sono uno di questi

Dici cambio automatico e quasi “automaticamente” ti vengono in mente gli autobus urbani, ma in questo settore la Allison (almeno in Europa Occidentale e per il momento) gioca un ruolo da outsider. Dove, invece, non ha rivali è nel off-road più estremo: il mondo dei dumper, per esempio. Lo dimostrano quattro Perlini impegnati a rifornire lo stabilimento Italcementi di Calusco d’Adda (BG) dalla vicina cava di Colle Pedrino, a Palazzago. Sono circa dieci chilometri, di cui la maggior parte serviti da un nastro trasportatore sotterraneo: i dumper coprono solo l’“ultimo miglio”, ma è quello più difficile perché s’inerpica in fuoristrada fino a 1400 metri di altitudine, spesso tra nebbia o neve. In queste condizioni, non doversi preoccupare della marcia giusta, è fondamentale per mantenere la concentrazione su ciò che si sta guidando: nella fattispecie, dei Perlini 705 da 65 tonnellate di carico utile, che vanno a sommarsi  alle 44,3 di tara. Sono oltre 100mila chilogrammi che i 760 CV del motore MTU riescono a spingere fin quasi ai 60 km/h. A gestire i 3300 Nm di coppia generati dal poderoso 12 cilindri a V, 24 litri di cilindrata (in pratica due V6 Mercedes Actros allineati sullo stesso basamento), provvede per l’appunto un Allison H6620A, classico automatico a sei marce (più due retro) con convertitore/moltiplicatore di coppia. Al di là delle prestazioni, comunque notevoli, a soddisfare le esigenze dei gestori della cava bergamasca sono le doti di affidabilità dei veicoli, e delle trasmissioni americane in particolare.

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.