Cerca

Seguici su

Industria

Fiat e PSA DOPO IL JUMPER ARRIVANO DUCATO E BOXER

Pubblicato il 01/07/2019 in Industria
DOPO IL JUMPER ARRIVANO DUCATO E BOXER
Chiudi

Dopo il gemello francese, il furgone con il marchio italiano si presenta in tutte le sue sfaccettature. Inclusa la versione elettrica.

Qualche giorno fa era stata la Citroën ad annunciare il nuovo Jumper, il suo commerciale grande, anticipando i fratelli Peugeot Boxer. Adesso finalmente tocca al Ducato che rispetto ai primi due dovrebbe essere il più titolato all'esordio, essendo di fatto la Fiat a costruirli per tutti nello stabilimento Sevel Sud di Atessa (CH).

Già ordinabile il modello 2020 dell'ammiraglia di Fiat Professional, resta fedele al vestito degli ultimi cinque anni, ma si aggiorna con motori Euro 6D-Temp, tutti sviluppati sulla base del 2.3 Multijet turbodiesel common rail, perfezionato e con quattro livelli di potenza: 120 CV (a 2.750 giri con 320 Nm di coppia massima a 1.400 giri), 140 (a 3.500 giri con 350 Nm di coppia a 1.400 giri), 160 (a 3.500 giri con 400 Nm a 1.500 giri) e 180 CV (anch'esso a 3.500 giri con 400 Nm).

Anche automatici. I tre maggiori possono essere abbinati a un nuovo cambio con convertitore a 9 rapporti. Resta, come soluzione standard, il manuale a 6 marce, che equipaggia pure il modello Natural Power, l'unico rimasto fedele al 3 litri da 140 CV.

Del tutto inedito il Ducato Electric, che inizialmente sarà dedicato a esperienze specifiche con grandi clienti, che avrà una power unit specifica capace di assicurare, secondo la Casa, un'autonomia che può raggiungere i 360 km. Arricchita anche la dotazione di sistemi di ausilio alla guida, tra i quali debuttano fra gli altri la frenata automatica d'emergenza e la segnalazione di traffico perpendicolare in arrivo nelle manovre di uscita dai parcheggi in retromarcia. Non mancano i già collaudati segnalatore dell'angolo cieco, l'avviso di superamento di corsia, riconoscimento dei segnali stradali, azionamento automatico dei fari abbaglianti e il sensore pioggia. 

DOPO IL JUMPER ARRIVANO DUCATO E BOXER

Motore francese. Il 2.0 BlueHDi introdotto nell’estate del 2016 viene sostituito da un 2.2 BlueHDi (cilindrata simile a quella utilizzata fino a tre anni fa, ma si passa da 2.198 a 2.179 cm3), peraltro già utilizzato da qualche tempo dalle versioni per trasporto persone, con potenze di 120, 140 e 165 CV (erano 110, 131 e 163 con il duemila). Oltre ai modelli equipaggiati col nuovo 2 litri, aggiornato ai livelli di emissioni Euro 6D-Temp, la gamma del nuovo Jumper conta la variante elettrificata dalla BD Auto.

DOPO IL JUMPER ARRIVANO DUCATO E BOXER

Emissioni zero all'italiana. Come già accennato, non resta indietro nell'elettrico il Ducato, anche se gli omologhi francesi avevano debuttato al Salone di Birmingham (GB).

Redazione online

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.