Cerca

Seguici su

Industria

Acquisizioni FAW OFFRE TRE MILIARDI PER IVECO: "NON BASTANO"

Pubblicato il 01/10/2020 in Industria
FAW OFFRE TRE MILIARDI PER IVECO: "NON BASTANO"
FAW OFFRE TRE MILIARDI PER IVECO: "NON BASTANO"

Risalirebbe a luglio la proposta del gruppo cinese. Restituita al mittente da CNH poiché considerata non equa.

Poco più di tre miliardi di euro. È quanto avrebbe messo sul piatto il gruppo cinese FAW per acquisire il marchio Iveco. Secondo quanto rivela la Reuters citando due fonti interne, l'offerta preliminare sarebbe stata presentata lo scorso luglio, ma ubito rigettata da CNH Industrial poiché considerata non adeguata al valore del brand. I colloqui tuttavia non sono totalmente interrotti, ma semplicemente congelati. Che tradotto dal burocratese significa che potrebbero riprendere se fosse offerto un "bottino" più congruo. Le due società al momento si sono chiuse in un laconico "no comment".

Alternativa allo spin off. La notizia ha lasciato piuttosto indifferenti i mercati tanto che in Borsa le azioni dei diretti interessati non hanno subito particolari oscillazioni. Forse anche perché gli analisti considerano da tempo la vendita di Iveco un'alternativa possibile al progetto di spin off annunciato un anno fa, che vedrebbe Cnh Industrial scissa in due distinte realtà, una dedicata ai veicoli commerciali sotto la quale confluiranno Iveco e Ftp (il marchio del gruppo che produce motori, assali e trasmissioni) e l'altra, dedicata ai segmenti agricoltura, costruzioni e veicoli speciali.

La partership con Nikola. Il piano doveva essere portato a termine nell'arco di sei mesi, ma è stato prorogato a causa del Coronavirus, mentre Exor ha sottolineato che rimarrà socio di maggioranza di entrambe le due nuove società che verranno a costituirsi. Nel frattempo, quest'estate Iveco ha rilevato il 7,11% della azioni di Nikola, produttore statunitense di mezzi elettrici rafforzando una partnership dovrebbe portare allo sviluppo nel 2021 del Nikola Tre, mezzo pesante a batterie progettato sulla stessa piattaforma dell'Iveco S-Way che sarà seguita due anni dopo da una variante a celle di combustibile alimentate a idrogeno.

Redazione online

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.