Cerca

Seguici su

Industria

Mercato europeo PARABOLA DISCENDENTE PER CAMION E FURGONI

Pubblicato il 22/12/2020 in Industria
PARABOLA DISCENDENTE PER CAMION E FURGONI
PARABOLA DISCENDENTE PER CAMION E FURGONI

A ottobre le immatricolazioni hanno fatto segnare -1,2%, ma il rosso è del 22,2% nel consuntivo da inizio anno. 

Il mercato europeo dei veicoli da lavoro continua a scontare le conseguenze della pandemia che si aggiungono a una crisi pregressa. Secondo i dati diffusi dall'Acea, l'Associazione dei costruttori del Vecchio Continente, a ottobre sono stati immatricolati complessivamente 172,743 esemplari con una flessione dell'1,2% rispetto allo stesso periodo del 2019. Ma il rosso è ancora più pesante nel consuntivo dei primi dieci mesi che fa segnare un -22,2%, pari a 1,4 milioni di unità, una tendenza che si riflette nei quattro principali Paesi: Spagna (‐30,4%), Francia (‐19,8%), Germania (‐18,4%) e Italia (‐18,4%).

Scarica il Pdf dell'Acea con i dati delle immatricolazioni di ottobre 2020 nell'Ue.

Furgoni, truck e bus. Le domanda di furgoni a ottobre ha sostanzialmente tenuto (+0,7%, pari a 144.844) rispetto all'anno scorso, sostenuta dalle consegne in Europa occidentale, con Germania (+ 13,5%) e l'Italia (+ 9,2%) che hanno registrato solidi guadagni. Al contrario, l'Est del Continente ha lasciato sul terreno l'8,5%. Nel cumulato, finora i leggeri hanno perso il 20,5%. La domanda di autocarri oltre le 3,5 tonnellate, invece, il mese scorso è diminuita del 9,5% (25.398 unità), quella di pesanti oltre le 16 tonnellate del 9,8% (20.858) e di bus e di autobus e pullman hanno perso il 12,6% (2.461). Nel cumulato gennaio-ottobre le flessioni sono rispettivamente per le tre categorie, del 30,3% (201.258 mezzi), 32.4% (161.002) e 25.2% (22.882)

Redazione online

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.