Cerca

Seguici su

Industria

MERCATO EUROPEO Vendite in forte crescita a marzo per camion e furgoni

Pubblicato il 05/05/2021 in Industria
Vendite in forte crescita a marzo per camion e furgoni
Vendite in forte crescita a marzo per camion e furgoni

Complessivamente le vendite hanno fatto segnare un balzo in avanti del 95,3% raggiungendo le 204.046 unità.

Il mercato europeo dei veicoli commerciali e industriali dimostra segni di notevole vitalità e ripresa. Nell'Unione Europea a marzo le immatricolazioni sono aumentate del 95,3% rispetto allo stesso mese dello scorso anno (considerando però che ci trovavamo in pieno lockdown), raggiungendo 204.046 unità. Quasi tutti i Paesi del Vecchio Continente hanno registrato crescite a doppia o tripla cifra, inclusi i quattro mercati principali. L'Italia, tra le prime a imporre restrizioni all'emergere della pandemia, ha incassato l'incremento maggiore (+215,3%), seguita da Francia (+166,7%), Spagna (+151,7%) e Germania (+34,2%). Un andamento che si riflette anche nel consuntivo del primo trimestre, che chiude il bilancio con un segno positivo pari al 21,6% e 501.703 unità.

Scarica il Pdf dell'Acea con le immatricolazioni di marzo 2021 nell'Ue

Vendite in forte crescita a marzo per camion e furgoni

Commerciali leggeri. Il mese scorso le vendite di veicoli commerciali leggeri (fino a 3,5 tonnellate) sono praticamente raddoppiate (+107,5%; 172.288 unità). Un risultato positivo anche se confrontato al bilancio di marzo 2019, che si era fermato a 165.455 furgoni. L'Italia ha fatto ancora meglio quasi triplicando la domanda (+268,9%; 18.200 mezzi), seguita da Francia (+183,3%) Spagna (+168,7%) e, seppure a parecchia distanza, da Germania (+36,4%). Da gennaio a marzo le immatricolazioni di veicoli commerciali leggeri sono aumentate del 23,6% (419.260 esemplari), trainate anche in questo caso da.Italia (+41,9%), Francia (+35,4%), Spagna (+11,6%) e Germania (+4,9%).

Camion oltre le 3,5 tonnellate. La domanda di autocarri medi a febbraio è cresciuta in maniera sensibile (+51,8%, pari a 29.779 veicoli). Tre dei quattro maggiori mercati dell'UE hanno registrato guadagni superiori al 70%: Francia (+73,1%), Italia (+71,3%) e Spagna (+70,5%). Con un aumento del 31%, anche la Germania ha fornito un contributo considerevole alla performance complessiva. Nel trimestre, poi, le vendite sono aumentate del 15,3% rispetto all'anno precedente. Guardando ancora ai principali mercati, l'Italia ha registrato il maggior incremento (+25,4%), seguita da Francia (+13,8%), Spagna (+13,7%) e Germania (+7,1%).

Truck oltre le 16 tonnellate. Anche il mercato dei pesanti oltre le 16 tonnellate dimostra di godere di ottima salute. Il mese scorso nell'Ue sono stati immatricolati 24.695 nuovi truck, con un aumento del 56,8%. Pure per questo segmento i quattro grandi mercati dell'Europa occidentale hanno fornito un forte impulso alla crescita della regione: Spagna (+96,%), Italia (+75,6%), Francia (+70,6%) e Germania (+30,2%). Nei primi tre mesi del 2021, le immatricolazioni di autocarri pesanti sono aumentate del 18,1%, pari a 63.390 unità. 

Autobus e pullman. Sempre secondo le elaborazioni dell'Acea, a marzo le registrazioni di autobus e pullman sono risultate in attivo del 7,7% (1.979 mezzi) rispetto allo stesso mese dell'anno scorso. I quattro mercati chiave hanno registrato risultati contrastanti: aumentano le registrazioni in Francia (+58,8%) e in Italia (+6,1%), ma si contraggono in Germania (-13%) e Spagna (-1%). A tre mesi dall'inizio del 2021, la domanda europea è diminuita del 12,6%, con 6.560 nuovi veicoli immatricolati in totale. Spagna (-38,9%), Germania (-20,8%) e Italia (-13,8%) hanno registrato finora perdite significative nel 2021, mentre la Francia è stata l'unico mercato importante a registrare una crescita (+3,8%).

Redazione online

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.