Cerca

Seguici su

Industria

SCAMBIO DI FABBRICHE La Cina è più vicina

Pubblicato il 05/10/2021 in Industria
La Cina è più vicina
La Cina è più vicina

Lo stabilimento Nissan di Barcellona (Spagna) potrebbe passare alla Great Wall.

Come abbiamo già più volte annunciato, lo stabilimento Nissan di Martorell, alla periferia di Barcellona (in Spagna), cesserà le sue attività a fine anno. Il primo risultato è che i veicoli del marchio nippo-francese lì assemblati usciranno dal listino, vale a dire il pick-up Navara e l'NV200 (compresa la sua variante elettrica eNV).

Tutto da buttare, quindi? No, non del tutto. Anche perché al di là dei veicoli prodotti, che saranno sostituiti da altri, in ballo ci sono tremila posti di lavoro diretti e altri ventimila nell'indotto. Circa metà degli occupati Nissan saranno accompagnati alla pensione, ma ne restano in bilico comunque parecchi. Due degli impianti più piccoli sono già stati ceduti: il primo alla Silence, produttore spagnolo di moto elettriche, l'altro alla svedese Volta Trucks.

Quelli con gli occhi a mardorla. Per lo stabilimento Nissan principale sono in corso trattative con la Great Wall, casa che dalla Cina guardacaso da noi si è fatta conoscere proprio con i pick-up, di gran lunga la produzione più importante e longeva della Nissan in Spagna. Un progetto analogo era stato intavolato con la belga Punch, industria hi-tech legata al mondo dell'auto, ma poi si è arenato. Adesso le speranze di salvare qualche altro impiego sono in balia dei cinesi.

Redazione online

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.