Cerca

Seguici su

Industria

Veicoli commerciali, ad aprile vendite in picchiata

Pubblicato il 16/05/2022 in Industria
Veicoli commerciali, ad aprile vendite in picchiata
Chiudi

Nel nostro Paese sono stati registrati 14.190 nuovi veicoli, con una flessione del 16,5%

Terzo mese consecutivo di rosso - stavolta profondo - per il mercato italiano dei veicoli commerciali (fino a 3,5 t. di peso totale a terra). Secondo le stime del Centro Studi e Statistiche dell'Unrae, l'unione dei costruttori esteri, ad aprile nel nostro Paese sono state immatricolate 14.190 unità, con un calo del 16,5% rispetto alle 16.985 dello stesso mese del 2021. Si tratta del dato peggiore da inizio anno, che pesa sul bilancio del primo quadrimestre fermo a 58.180 immatricolazioni contro le 63.079 di gennaio-aprile 2021, pari una flessione complessiva del 7,8%.

Veicoli commerciali, ad aprile vendite in picchiata

Struttura di mercato. L’analisi della struttura del mercato del primo trimestre (con dati ancora suscettibili di leggeri aggiustamenti nei prossimi due mesi, a causa dei ritardi di immatricolazione) mostra il forte calo dei privati (8.540 esemplari, -19,8%) che scendono dal 23,1 al 19,4% di quota e delle società (17.709 veicoli, -16,3%), che si fermano al 40,3% di rappresentatività (-5,6%). In flessione anche le autoimmatricolazioni (8.540, -19,8%) con una quota che passa dal 4,9 al 4,6%, mentre il noleggio a breve termine, con una perdita di quasi ¼ dei volumi (1.748, -24,1%), si ferma al 4% di quota (-1%). L'unico canale in crescita è il noleggio a lungo termine (13.939 unità, +43,4%), che sale di oltre 10 punti al 31,7% del totale mercato.

Veicoli commerciali, ad aprile vendite in picchiata

Su benzina e ibridi. Sul fronte del tipo di alimentazioni, registrano un incremento esponenziale le motorizzazioni a benzina (2.863 esemplari, +96,6%) che raddoppiano la quota di mercato arrivando al 6,5%. Piccolo balzo avanti anche per il Gpl (1.203, +14,5%) che raggiunge il 2,7% di share. Per contro, prosegue la contrazione del diesel (33.526, -15,8%), la cui quota pur rimanendo maggioritaria passa dall'86,4 al 76,2%, e del metano (617, -29,6%) che scende all'1,4%. Aumentano vertiginosamente, infine, gli ibridi elettrici (4.921, +100,8%) che arrivano all'11,2% di quota, e gli elettrici puri (664 esemplari, +64%), +1,5%

Incentivi e rinnovo del parco. Sull'andamento del mercato pesano sempre più le difficoltà di approvvigionamento di componentistica che causano pesanti ritardi nelle consegne, ma anche gli incentivi limitati ai soli veicoli a batteria. “Le immatricolazioni di aprile riflettono gli ordinativi raccolti nei mesi scorsi, e quindi scontano pesantemente l’attesa degli incentivi, che fino all’adozione del DPCM - il 6 aprile scorso - si auspicavano di respiro molto più ampio", sottolinea Michele Crisci, presidente dell'Unrae. "Vogliamo tuttavia sperare che alla pubblicazione del decreto, con un pesante e nocivo ritardo, segua presto l’ampliamento delle categorie di beneficiari dei bonus, tramite ulteriori provvedimenti. Limitare gli incentivi ai soli veicoli elettrici", aggiunge Crisci, "ed escludere, anche a fronte di rottamazione, i mezzi a combustione tradizionale che sono il 98,5% del totale, significa non solo ridurre le potenzialità del mercato, ma soprattutto ritardare il rinnovo del parco circolante di questo importante comparto, tra i più vecchi d’Europa; con il ritmo attuale ci vorranno ancora 22 anni per sostituirlo interamente”.

Infrastruttura di ricarica. Peraltro, c'è un altro ostacolo alla diffusione dei veicoli elettrici, che è rappresentato dall'assenza di un'adeguata rete di colonnine di ricarica. “Apprezziamo il varo degli incentivi". dichiara ancora Crisci, "ma è altrettanto fondamentale che si predisponga una solida rete infrastrutturale, anche attraverso sgravi fiscali per l’installazione da parte dei privati, altrimenti il mercato dei veicoli a zero emissioni stenterà a decollare verso i livelli richiesti dai programmi di transizione energetica”.

Redazione online

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.