Cerca

Seguici su

Logistica

Tassazione porti L'ITALIA ANNUNCIA RICORSO ALLA CORTE EUROPEA

Pubblicato il 13/01/2021 in Logistica
L'ITALIA ANNUNCIA RICORSO ALLA CORTE EUROPEA
L'ITALIA ANNUNCIA RICORSO ALLA CORTE EUROPEA

L'Ue intima di abolire l'esenzione dalle imposte, ma Roma replica che sono enti pubblici e non svolgono attività economica.

Il governo italiano ha deciso di ricorrere alle vie legali contro la richiesta avanzata dalla Commissione Europea di abolire l'esenzione dell'imposta concessa alle autorità di sistema portuale. Secondo l'organismo Ue, ciò sarebbe lesivo della libera concorrenza e favorirebbe realtà portuali come quelle degli Stati Uniti, che concedono aiuti pubblici.

Braccio di ferro. L’ultimo avviso è arrivato da Bruxelles il 4 dicembre, firmato dalla commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager, che ha concesso due mesi al governo italiano per replicare. La risposta, seppur in modo informale, non si è fatta attendere: l’8 gennaio la ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, ha infatti annunciato che l’Italia farà ricorso alla Corte di Giustizia Europea contro la pretesa comunitaria. Lo fa annunciato durante la diretta streaming dedicata al progetto sulla nuova diga foranea di Genova. 

Enti pubblici. L’Italia contesta all'Ue, in particolare che le autorità di sistema portuale rappresentano enti pubblici e non economici. Di fatto si tratta quindi di estensioni della pubblica amministrazione che non svolgono attività economica e in quanto tali non possono essere tassabili.

Redazione online

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.