Cerca

Seguici su

Logisticamente

Trasporto strada-rotaia Hupac aumenta i volumi di traffico del 10,7%

Pubblicato il 28/01/2022 in Logisticamente
Hupac aumenta i volumi di traffico del 10,7%
Chiudi

Nel 2021 l'operatore svizzero ha gestito 2.118.000 Teu nell'intermodale, movimentando 100 mila camion in più

L'operatore di trasporto intermodale svizzero Hupac ha chiuso il bilancio del 2021 con un incremento del 10,7% dei volumi di traffico. Il gruppo ha gestito 1.123.562 spedizioni stradali, pari a 2.118.000 di teu nel trasporto combinato strada-rotaia e nel traffico marittimo retroportuale movimentando circa 100.000 camion in più a confronto con i dodici mesi precedenti. 

Hupac aumenta i volumi di traffico del 10,7%

Meno traffico e CO2. "Rispetto al trasporto tutta-strada, abbiamo risparmiato all'ambiente 1,5 milioni di tonnellate di CO2 e ridotto il consumo di energia di 17 miliardi di megajoule", ha dichiarato il ceo Michail Stahlhut, "oltre ad aver alleggerito le strade del trasporto di 21 milioni di tonnellate di merci". La maggior parte dei volumi è stata registrata lungo le tratte internazionali, attraverso la Svizzera (601.390 spedizioni, con aumento dell’11,4%), seguita da quella che non valica le alpi (479.181 spedizioni, +10,4%) e, infine, parecchio distanziato, da quello transalpino attraverso l’Austria e Francia (42.991 spedizioni, +1%).

Bene anche il trasporto container. La rotta transalpina è cresciuta dell'11,8% grazie soprattutto all'apertura integrale del corridoio del Gottardo, mentre il traffico non transalpino ha fatto segnare un +10,4%, risultato consentito dall'aumento della domanda lungo l’Europa sud-orientale e sud-occidentale. Apprezzabili anche le performance del trasporto container svolto dalla Ers Railways, società del Gruppo, che ha recuperato le perdite dovute alla pandemia dell'anno precedente e ha registrato una crescita soddisfacente. Lo sviluppo positivo del traffico è da ricondurre alla ripresa economica dell'anno scorso, ma anche al crescente interesse della logistica per soluzioni di trasporto su rotaia competitive e rispettose del clima.

Strategia 2021-2026. Per i prossimi anni, Hupac prevede una notevole richiesta di servizi intermodali per contribuire al raggiungimento dell'obiettivo climatico zero netto. "Con la nostra Strategia 2021-2026 stiamo impostando un percorso di crescita che soddisfa le aspettative del Green Deal", afferma Hans-Jörg Bertschi, presidente del Cda del gruppo. "Con una crescita annuale del 7%, puntiamo a un volume di 1,5 milioni di spedizioni stradali nel 2026". Nei prossimi anni Hupac rafforzerà la sua offerta sul mercato chiave del trasporto transalpino attraverso la Svizzera e lavorerà per migliorare la produttività in modo da compensare la riduzione delle sovvenzioni. Altre priorità di sviluppo sono l'Italia meridionale, la Spagna, l'Europa orientale e sudorientale. Il programma d'investimento per i prossimi cinque anni prevede 300 milioni di franchi svizzeri (circa 289 milioni di euro) per terminali, materiale rotabile e sistemi informatici.

Redazione online

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.