Cerca

Seguici su

Bus

Autobus ROBA DELL'ALTRO MONDO, CRESCE MARCOPOLO

Pubblicato il 19/11/2012 in Bus
ROBA DELL'ALTRO MONDO, CRESCE MARCOPOLO
Chiudi

Nell'automotive è più facile trovare soddisfazioni Oltreoceano, anche per chi fa bus.

Ogni tanto qualche buona notizia per il mondo dell'autobus c'è, anche se purtroppo lontano da noi. Stavolta arriva dalla Marcopolo, costruttore brasiliano fondato proprio da un emigrante italiano e ora colosso indipendente del settore. Oltre alle tre fabbriche dislocate fra Caxias do Sul e Rio de Janeiro, ha siti produttivi in Sudafrica, Argentina, Australia, Cina, Colombia, Egitto, India, Messico e Russia (peccato, non più in Portogallo). In ogni modo impiega, oggi ben 22mila persone, per 32.500 veicoli all'anno. Proprio in questi giorni ha festeggiato il 63° compleanno dalla fondazione con l'autobus numero 350mila. Per inciso, si tratta di un modello Paradiso 1800 DD (della settima generazione), montato su meccanica Scania K440 8x2 cioè a quattro assi! Al di là dei numeri, comunque notevoli, va notata l'accelerazione della crescita dell'azienda: nel 1998 gli autobus fino ad allora prodotti erano 100mila, nel 2007 raggiungevano i 200mila, quindi negli ultimi 5 anni ne sono stati fatti ben 150mila. Quantità e qualità Insieme alla produzione cresce l'attenzione alla qualità: Marcopolo ha appena investito 2milioni di dollari in un centro di qualificazione dei propri dipendenti a Caixas duo Sul: 3300 metri quadri dove sono rappresentati tutti i processi di produzione. Si moltiplicano anche le stazioni di saldatura: da 8 a 40. Nel frattempo si amplia il catalogo dei prodotti, con l'interurbano Audace: 12,7 metri di lunghezza per 3,20 d'altezza con numero di posti variabili da 46 a 49.

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.