Cerca

Seguici su

Bus

Iveco Bus export FUORISALONE GLI ITALIANI GIOCANO MEGLIO

Pubblicato il 30/10/2014 in Bus
FUORISALONE GLI ITALIANI GIOCANO MEGLIO
FUORISALONE GLI ITALIANI GIOCANO MEGLIO

All'IAA si sono solo intravisti, ma gli italiani vanno forte presso le aziende straniere.

Al Salone di Hannover l'Iveco Bus era rappresentata solo da un Crossway Low-Entry, rosso e con le insegne della Deutsche Banh (oltre che da un Magelys che si aggirava nell'area esterna). Quasi un omaggio dovuto, dato che quel veicolo è il primo di un ordine per 400 unità analoghe, più un'opzione per altre 310, da consegnarsi nei prossimi due anni alla DB Regio. Un totale di oltre 700 veicoli che testimoniano come, su certi prodotti e in particolare sugli interurbani assemblati in Repubblica Ceca, il marchio italiano non abbia nulla da temere nemmeno a confronto con le corrazzate teutoniche MAN e Mercedes. Non è un caso che dello stesso modello, Iveco stia andando a terminare le consegne presso la belga De Lijn, che gliene aveva prenotati 160 nel 2013.

Ma non è questa l'unica gloria, dato che pure in Egitto stanno per essere recapitati 300 telai Eurorider (fatti in Annonay, Francia) con motore Tector Euro 3 da 270 CV. Li vestirà la locale GB Polo, joint-venture di un carrozziere del Cairo con lo specialista brasiliano Marcopolo. Andranno a rafforzare la presenza in Nordafrica del marchio Iveco Bus, già piuttosto massiccia. Grandi soddisfazioni quindi, per quanto solo di marchio dato che di made in Italy ce n'è ben poco in quei veicoli.


Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.