Cerca

Seguici su

Truck

Test PICCOLO E FORTE

Pubblicato il 03/02/2017 in Truck
PICCOLO E FORTE
PICCOLO E FORTE

Il Daf XF 440 mette d’accordo la cabina grande col piccolo motore MX-11. Risultato: leggerezza e confort a buon mercato.

Esaurita la stagione dei veri multiruolo (anche per mancanza di protagonisti), il camion da flotta è diventato sempre più spesso una simil-ammiraglia ottimizzata: l’autista è contento perché ha spazio e confort, l’azienda pure perché con un motore furbo guadagna in portata e abbassa i consumi. È la fotografia del Daf XF 440.

Largo sopra piccolo sotto - L’abitacolo è quello più largo di famiglia, ormai arcinoto. Il tetto intermedio Space Cab può bastare anche a chi fa il lungo raggio, ed è certamente più in linea con la filosofia del contenimento dei costi. Considerato, poi, che per gli olandesi le super potenze non sono mai state troppo strategiche, ecco che questo 6 cilindri coi suoi vivaci 435 CV rappresenta una naturale evoluzione di prodotto. Ovvio quindi confrontarlo con l’XF 460, provato un paio d’anni fa con la stessa cabina, ma dotato del più pesante 13 litri. Appartenente a una famiglia del tutto diversa, infatti, l’MX-11 risulta più leggero di oltre 150 chili, posizionando l’XF 440 un filo sotto i 7500 kg di tara. Vero che l’esemplare in prova non aveva il rallentatore, ma in Euro 6 è comunque un bel risultato.

PICCOLO E FORTE

Dotazioni a parte - La trasmissione verte ancora sull’As Tronic di ZF, ma nell’ultima e più completa release con cambiata veloce, EcoRoll e hill holder; per un aggravio sul listino base di 2810 euro. In più qui c’è pure il regolatore di velocità predittivo da 2385 euro. L’assenza dell’Intarder è in parte compensata dal freno motore potenziato (a decompressione), che però la Daf si fa pagare ancora come optional alla non trascurabile somma di 1650 euro. Tutte cifre da considerare quando si va a valutare il prezzo finale dell’XF. È compreso, invece, e chiude la catena cinematica il lungo rapporto al ponte 2,53:1, che con la 12a marcia in presa diretta porta il motore a lavora a soli 1100 giri quando si viaggia a 80 km/h (il 460 aveva un meno stirato 2,64). Questa configurazione ha consentito al nostro 440 di percorrere oltre 4 km con un litro di gasolio nelle prime due tappe (da Santhià a Parma), senza tuttavia pagare troppo pegno sulla Cisa e nella sempre impegnativa tratta di ritorno verso Genova. Qui, semmai, a risultare penalizzata è stata la velocità media: non tanto per mancanza di verve in salita, quanto per l’assenza del retarder che ha imposto più cautela in discesa. Il freno motore è efficace, ma fino a un certo punto (la cilindrata resta esigua): dà il meglio di sé intorno ai 2000 giri, che sono tanti anche se il limite strutturale è a 2400. Eppure l’MX-11 non è un 6 cilindri che vale la pena di tirare: a 1700 giri/min ha già dato tutto, poi la spinta cala in maniera abbastanza repentina; viceversa riesce a tenere la marcia anche a soli 900 giri e il software del cambio si sposa alla perfezione con questo suo carattere, tant’è che non richiede praticamente mai interventi manuali dell autista. Merito anche della rapportatura azzeccata. Così diventa pure facile farsi dare buoni punteggi dal “maestro” di bordo che valuta lo stile di guida (questo è di serie).

PICCOLO E FORTE

Sempre stabile e sincero - Le modifiche a telaio e sospensioni, introdotte un paio d’anni fa, all’arrivo degli Euro 6, si confermano azzeccate: l’XF ha un comportamento sempre sicuro e assorbe bene le asperità della strada. La cabina su molle pneumatiche (altro extra da 885 euro) non dondola mai troppo, mentre lo sterzo seppur non morbidissimo restituisce un buon feeling. Ottima l’insonorizzazione, in assoluto a livello dei più blasonati concorrenti e migliore di un paio di decibel rispetto al CF con lo stesso motore.

Sound of silence - A proposito di rumorosità, anche questo Daf come già i CF e ultimamente anche gli LF è disponibile pure in variante Silent da meno di 72 dB (esterni): un pacchetto che, premendo un tasto in plancia, interviene nella logica d’iniezione e sulla trasmissione. Costo: 4150 euro. Utilità: consegne notturne.

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.