Cerca

Seguici su

Bus

AUTOBUS Nell'Ue la maggior parte è ancora diesel. Ma crescono elettrici e ibridi

Pubblicato il 31/03/2021 in Bus
Nell'Ue la maggior parte è ancora diesel. Ma crescono elettrici e ibridi
Nell'Ue la maggior parte è ancora diesel. Ma crescono elettrici e ibridi

Dei mezzi immatricolati nel 2020 il 72,9% era a gasolio, l'11,4% a gas, il 6,1% elettrici e il 9,5% ibridi.

Nel territorio dell'Unione europea, il settore degli autobus è ancora fortemente dominato dall'alimentazione diesel, anche se parallelamente cresce la domanda di elettriciibridi e a gas. Secondo i dati diffusi dall'Acea, l'Associazione dei costruttori automotive europei, nel 2020 il comparto - che molti altri dell'automotive ha subito un duro colpo dalla pandemia di Covid-19 - ha fatto registrare immatricolazioni in calo del 27,1% (20.458 unità). Una situazione che riflette quella dei quattro i principali mercati, i quali hanno incassato perdite a doppia cifra: Spagna (-46,2%), Italia (-26,6%), Francia (-21,9%) e Germania (-15,9%).

Benzina non pervenuta. In questo contesto la quota del gasolio si è attestata al 72,9%, anche se in flessione di quasi dieci punti percentuali rispetto all'82,4% del 2019. Allo stesso tempo i veicoli a batteria hanno rappresentato il 6,1% del mercato, gli ibridi sono passati dal 5,7 al 9,5% e quelli a gas hanno conquistato una rappresentatività dell'11,4%. Nell'Ue sono stati venduti solo sei autobus a benzina, tutti in Ungheria.

L'Olanda guida verde. Le immatricolazioni di autobus elettrici sono aumentate del 18,4%, passando dalle 1.448 unità del 2019 alle 1.714 dell'anno scorso. Il mercato leader è quello dei Paesi Bassi con 446 bus a batteria, seguito da Germania (388 unità) e Polonia (200 unità), tre Paesi che rappresentano oltre il 60% delle vendite di elettrici d'Europa. Gli ibridi, invece, hanno conquistato una quota del 9,5%, totalizzando 2.662 unità, con un incremento del 36% rispetto all'anno precedente. La Germania, in questo ambito, ha rappresentato circa la metà delle vendite totali con 1.243 unità, mentre al contrario, in ben 14 nazioni dell'Ue l'anno scorso non è stato venduto neppure un autobus ibrido.

Vola anche il gas. Infine, nel mercato europeo "volano" anche gli autobus a gas: la domanda è aumentata del 24,3%, passando da 2.579 unità del 2019 alle 3.206 dello scorso anno, conquistando una quota dell'11,4%. Un risultato trainato dalla crescita a doppia cifra di Francia (+ 71,3%), Svezia (+ 63,4%) e Spagna (+ 13,4%), i maggiori mercati dell'Ue per gli autobus con queste alimentazioni.

Roberto Barone

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.