Cerca

Seguici su

Truck

Volta Zero, due versioni da 7,5 e 12 tonnellate dell'elettrico

Pubblicato il 28/04/2022 in Truck
Volta Zero, due versioni da 7,5 e 12 tonnellate dell'elettrico
Chiudi

Il costruttore amplia la gamma con due nuovi medi a emissioni zero la cui produzione partirà i primi mesi del 2025

Dopo il roadshow italiano di presentazione, che ha fatto tappa a Milano, e a pochi mesi dall'avvio dell'assemblaggio del Volta Zero, camion elettrico da 18 tonnellate - i primi prototipi saranno affidati ad alcuni clienti selezionati nel corso dell'anno per una fase di test dopodiché il truck entrerà ufficialmente nelle linee dello stabilimento austriaco di Steyr a metà del 2023 -, Volta Trucks svela due nuove varianti più piccole, da 7,5 e 12 tonnellate, ideali per l'impiego in ambito urbano, che andranno a completare la gamma del modello. 

Il camion elettrico Volta Zero nella versione da 7,5 tonnellate

In produzione nel 2025. Prosegue dunque il piano strategico denominato Road to zero emissions e presentato lo scorso maggio dalla startup anglo-svedese, che si è posta l'ambizioso obiettivo di vendere oltre 27.000 autocarri a batteria all’anno entro il 2025. Un traguardo a cui contribuiranno anche le ultime due new entry, per le quali l'avvio della produzione è fissata fra tre anni, anche in questo caso dopo una serie di prove tra i clienti l'anno precedente.

Il Volta Zero nella variante da 7,5 tonnellate

Confort e sicurezza. Svilluppate dal partner britannico Astheimer Design in collaborazione con i tecnici del costruttore, le declinazioni da 7,5 e 12 tonnellate sono identiche nel frontale al "fratello maggiore" da cui derivano, ma ovviamente si distinguono per la diversa lunghezza del telaio e la seconda fila di ruote posteriori per sostenere il maggior carico trasportabile. L'assenza del motore a combustione interna nella parte anteriore della cabina, che si sviluppa in verticale, ha permesso agli ingegneri di collocare il sedile del conducente molto più in basso rispetto a un normale autocarro, offrendo una visuale ottimale anche su pedoni e ciclisti ampliata ancor più dalla generosa vetratura frontale e laterale.

Telecamere e sensori. Una serie di telecamere panoramiche prende il posto degli specchietti retrovisori e offre anche una visuale a volo d'uccello a 360 gradi, mentre vari sistemi di allerta segnalano oggetti e ostacoli negli angoli ciechi e ai lati del veicolo. Sempre sul fronte della sicurezza, grazie alla posizione di guida centrale, poi, il conducente può salire e scendere dal veicolo da entrambi i lati, optando per la parte del marciapiede. Inoltre, le portiere scorrevoli riducono i rischi per i ciclisti che circolano nelle vicinanze dell’autocarro.

Redazione online

Nessun commento

Per inserire un commento devi essere registrato ed effettuare il login.